Il Centro Interdipartimentale di Microscopia Elettronica è un Centro di Ricerca e di Servizi dell’Università degli Studi della Tuscia costituito con Decreto Rettorale n. 5985 del 14.12.1992 per la gestione di grandi strumentazioni (microscopi elettronici a scansione e a trasmissione).

Ha lo scopo di promuovere lo studio e la ricerca e di favorire lo scambio di informazioni nel settore della morfologia e dell’ultrastruttura di materiale biologico e abiologico, stimolando iniziative di collaborazione con la comunità scientifica nazionale ed internazionale.

Il CIME fornisce le proprie competenze tecnico scientifiche a Ricercatori di questo Ateneo, di altre Università Italiane, di Enti, Istituti di Ricerca, Industrie ed Università di altri Paesi.

Il CIME è di supporto all’attività didattica di numerosi Docenti dell’Università della Tuscia, relativamente allo svolgimento di seminari ed esercitazioni su tecniche di microscopia confocale a scansione laser e microscopia elettronica a scansione e a trasmissione.

La strumentazione, le tecniche ed il Personale del Centro contribuiscono alla realizzazione di numerose Tesi di Laurea e di Dottorato di Ricerca. Il CIME ospita inoltre studenti che svolgono stage previsti nell’ambito di Corsi di Laurea dell’Ateneo.

Partecipa a corsi e a master, nel’ambito dei quali il personale del Centro svolge seminari teorico-pratici relativamente ad argomenti riguardanti la microscopia elettronica e confocale e le loro applicazioni nei vari campi della ricerca.

 

Il CIME svolge una intensa attività di divulgazione scientifica, ospitando annualmente numerose classi di alunni di scuole medie superiori del viterbese, di altre Province laziali e di altre Regioni.

Il Centro effettua inoltre seminari su argomenti inerenti la microscopia elettronica e confocale anche per l’attività di orientamento che svolge l’Università per gli studenti di scuole superiori.

 

Il CIME

Tecniche e Strumentazione

Le Attività

C.I.M.E. Centro Interdipartimentale di Microscopia Elettronica